Venerdì, 26 Aprile, 2019

 Richiesta patrocinio

Il Patrocinio è una manifestazione di apprezzamento e adesione ad una iniziativa promossa da associazioni o enti pubblici di particolare rilievo istituzionale, scientifico, economico, culturale, sportivo, organizzate a livello locale, regionale e nazionale, coinvolgenti valori considerati importanti per la protezione civile, nonché iniziative rivolte a promuovere una più diffusa cultura della prevenzione dei rischi.

Il patrocinio è concesso a titolo gratuito e non comporta l'assunzione di spese a carico della Protezione Civile della Regione Calabria, né la concessione di contributi economici, sotto qualsiasi forma.

Ai fini della concessione del Patrocinio, l'iniziativa deve essere promossa ed organizzata preferibilmente da soggetti pubblici o da soggetti privati (ad esempio associazioni di protezione civile, culturali, di promozione sociale, Pro loco, associazioni di categoria etc. ) dotati di rappresentatività in ambito regionale o nel territorio nel quale gli stessi operano.

Il Patrocinio non può essere concesso a iniziative di carattere commerciale a scopo di lucro.

Possono essere oggetto di Patrocinio:

  • Manifestazioni (ad esempio mostre, convegni, congressi, incontri etc.), ad esclusione di quelli di carattere politico promossi da partiti o movimenti e associazioni politici; sono esclusi inoltre gli eventi organizzati a scopo commerciale per la vendita o la promozione di beni o servizi;
  • Pubblicazioni (ad esempio libri, manuali, guide, opuscoli), che saranno sottoposte a specifica valutazione;
  • Prodotti multimediali e telematici (ad esempio cd, cd-rom, dvd, siti web a contenuto divulgativo), ad esclusione di quelli destinati alla vendita o commercializzazione salvo che siano realizzati con l'obiettivo di devolvere a scopo esclusivamente benefico il ricavato della vendita.
  • Corsi, seminari, workshop e iniziative aperte al pubblico, con carattere divulgativo.

Con la concessione del patrocinio, il destinatario può citare il riconoscimento in tutte le forme di diffusione dell'iniziativa, quali comunicati, manifesti, opuscoli, ecc.

Oltre al patrocinio, può essere richiesta, con la stessa domanda, la concessione dell'uso del logo istituzionale.

Nella richiesta di utilizzo del logo è inoltre necessario specificare con quali modalità si intende farne uso ed inoltre descrivere il materiale promozionale o pubblicistico sul quale sarà apposto.

Il patrocinio ed il logo concessi possono essere utilizzati solo per la manifestazione oggetto della domanda. Se la manifestazione viene replicata ogni anno, è necessario presentare una nuova domanda.

 I soggetti beneficiari sono tenuti a far risaltare il Patrocinio concesso in modo appropriato attraverso le seguenti diciture:

( …)” con il Patrocinio dell’U.O.A. Protezione Civile della Regione Calabria”,

ovvero attraverso l'apposizione del logo istituzionale, nel rispetto della forma e delle caratteristiche grafiche indicate.

 

Scarica il logo istituzionale

 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI CONCESSIONE

Al fine di ottenere la concessione del patrocinio della Protezione Civile della Regione Calabria ovvero la concessione dell'utilizzo del logo istituzionale, il richiedente deve presentare apposita domanda almeno 30 giorni prima della data di svolgimento dell'iniziativa. La domanda, redatta in carta semplice, va indirizzata al Dirigente dell’U.O.A. Protezione Civile della regione Calabria e deve essere sottoscritta dal legale rappresentante dell'ente o dal soggetto richiedente, che si assume la piena responsabilità delle affermazioni e delle notizie contenute nella documentazione prodotta.

La domanda deve contenere:

  • lo statuto o altra documentazione idonea ad attestare la natura giuridica del soggetto richiedente;
  • il programma e la descrizione dell'iniziativa con l'indicazione sia delle finalità sia degli elementi che comprovino l'interesse della Protezione Civile regionale;
  • le modalità riguardanti l'eventuale utilizzo del logo istituzionale.

La documentazione di cui al primo punto non deve essere presentata dagli enti locali, dalle amministrazioni pubbliche, dagli enti strumentali o dipendenti dalla Regione, dalle società partecipate dalla Regione nonché dagli altri organismi ai quali la Regione partecipa.

Per potersi avvalere del patrocinio e/o del logo istituzionale, sarà necessario un assenso formale da parte dell’U.O.A. Protezione Civile della Regione Calabria.

Per nessun motivo l’uso del logo e della denominazione "U.O.A. Protezione Civile della Regione Calabria" potrà avvenire al di fuori dell’iniziativa per cui è stato autorizzato.

 

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

 Il Sistema di Protezione Civile

Con il termine “Protezione Civile” si intendono tutte le strutture e le attività messe in campo dallo Stato per "tutelare l'integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l'ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da catastrofi e da altri eventi calamitosi e diretta a superare l'emergenza"(Legge 225/92).

La Protezione civile non è, dunque, un Ente, bensì una funzione pubblica alla quale concorrono tutte le componenti dello Stato: dai comuni, che rappresentano l’autorità di base sul territorio in caso di emergenza, all'amministrazione centrale attraverso il Dipartimento Nazionale ­ presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, passando per i vari livelli della pubblica amministrazione. Ma un ruolo fondamentale è assegnato anche ai cittadini impegnati nelle Associazioni di Volontariato attive sul territorio e, anche, attraverso comportamenti responsabili e il rispetto delle regole di sicurezza.

La protezione civile è, quindi, simile ad un’orchestra composta da diversi musicisti in cui ognuno suona uno strumento diverso (che rappresentano le componenti e le strutture Operative del Sistema), ma grazie al direttore d’orchestra ognuno di loro suona in maniera coordinata, interpretando in modo corale ogni singolo strumento.

 

  Le componenti del Sistema di Protezione Civile

 

 Le Strutture Operative del Sistema di Protezione Civile

 

Le diverse tipologie di Emergenza

 

 

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Nuova Normativa Nazionale

Il Servizio nazionale della protezione civile è stato istituito con la Legge n. 225 del 24 febbraio 1992 Istituzione del Servizio nazionale della protezione civile”, modificata dalla Legge n. 100 del 12 luglio 2012Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 15 maggio 2012, n. 59, recante disposizioni urgenti per il riordino della protezione civile”, in cui vengono definiti le tipologie degli eventi, le fasi, gli enti coinvolti nelle attività, gli organi centrali di protezione civile (consigli, commissioni, comitati e strutture operative), e le competenze dei vari enti.

La Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 dicembre 2008 “Indirizzi operativi per la gestione delle emergenze” determina i flussi informativi, l’organizzazione e i compiti di tutte le forze costituenti il sistema nazionale di protezione civile.

Circolare 30 settembre 2002, n.5114 della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile, “Ripartizione delle competenze amministrative in materia di protezione civile”.

Decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 2001, n.194  “Regolamento recante nuova disciplina della partecipazione delle organizzazioni di volontariato alle attività di protezione civile”.

Il Decreto Legislativo del 31 marzo 1998, n. 112  “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59”, meglio conosciuto come “Decreto  Bassanini”, trasferisce alcune competenze in materia di protezione civile dallo Stato centrale al territorio. Il Dipartimento mantiene funzioni di indirizzo e coordinamento, ma il coordinamento operativo in emergenza è riservato agli eventi di “tipo c”, per i quali viene dichiarato lo stato di emergenza sentito il Presidente della Regione interessata.

Normativa regionale

Legge Regionale di Protezione Civile 10 febbraio 1997, n. 4 “Legge Organica di Protezione Civile della Regione Calabria”.

Legge regionale 26 luglio 2012, n. 33 “Norme per la promozione e la disciplina del volontariato”.

Regolamento Regionale del 29 aprile 2003, n. 5 – “Regolamento di attuazione dell’albo regionale del volontariato di Protezione Civile”.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s